Italia, Toscana, Viaggi, Weekend

Sostare in camper all’Argentario

Lo sapevate che il promontorio dell’Argentario originariamente era un’isola? L’azione delle correnti marine ed i detriti hanno permesso la formazione del Tombolo della Feniglia ed il Tombolo della Giannella e nella zona centrale si è creata la laguna di Orbetello. Il promontorio è quasi interamente collinare, ma in alcune zone si è riuscito a creare coltivazioni di vite e ulivi. La zona più pianeggiante è in località Terrarossa che è il punto di arrivo della vecchia ferrovia Orbetello-Porto Santo Stefano, costruita sulla diga ed ora trasformata in strada.

Il Tombolo della Feniglia è una riserva naturale lunga quasi 6 chilometri ed offre quasi 500 ettari di ginepri, pini marittimi, pini domestici e latifoglie, chiusa al traffico e quindi percorribile solo in bicicletta o a piedi. All’interno vivono volpi, daini, donnole, tassi, puzzole e varie tipologie di uccelli come l’upupa, il picchio, la ghiandaia e l’airone cenerino.

Molte sono le spiagge a disposizione, alcune raggiungibili con passeggiate nella natura, altre solo in barca, ed è con quest’ultima che si può godere al massimo di quello che offre il promontorio.

– l’acqua dolce a porto Ercole: mare turchese e ciottoli invece della sabbia

– bagni di Domiziano a porto Santo Stefano: adatta ai bimbi piccoli per il basso fondale sabbioso

– la Cantoniera a porto Santo Stefano: famosa e molto frequentata, sabbia mista a ciottoli

– Spiaggia del Mar Morto: una delle più rinomate del promontorio, composta da sassi e scogli, amata dai sub per i magnifici fondali

– Cala del Gesso: anch’essa molto rinomata per il colore del mare, formata da piccoli ciottoli levigati e raggiungibile con una ripida, ma corta, scalinata

Da Porto Santo Stefano è possibile salpare in barca alla volta delle isole Giglio e Giannutri. Molte sono le compagnie che organizzano minicrociere con pranzo a bordo a base di pesce e possibilità di fare il bagno in calette dal mare turchese e sabbia finissima.

👉🏻 https://www.maregiglio.it/

L’isola del Giglio è un susseguirsi di calette dal mare limpido e percorsi da fare nella natura. Da visitare troviamo Giglio Castello, sul promontorio e Giglio porto.

L’isola di Giannutri invece è molto più selvaggia e incontaminata. Lunga solamente 2,8 km, racchiude scogliere che sovrastano un mare blu, baie cristalline, grotte marine e boschi impenetrabili di una fitta macchia mediterranea che vi farà innamorare.

Molteplici sono le possibilità di sosta

➡️ Parco sosta Lanini in località Santa Liberata, Orbetello, offre camper service, elettricità, bagni e docce calde.

➡️ Orbetello Camping Village, strada Giannella 166, Albinia: offre ogni tipo di comfort comprese le piscine.

👉🏻 https://www.orbetellocampingvillage.com/it/

➡️ I Delfini, strada vicinale saline Breschi, Albinia. Offre camper service, elettricità, bagni e docce calde.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...