Italia, Veneto, Viaggi, Weekend

Breve vacanza in Veneto tra borghi medievali, fiumi, città e ciclabili.

Ricordo ancora la sensazione che ho provato quando abbiamo caricato il camper per la prima volta: ora che potevamo andare in qualsiasi posto, non avevamo la più pallida idea di dove andare! Sembra assurdo ma è proprio così. Cambiando il tipo di vacanza e non appoggiandosi più a hotel o appartamenti ti chiedi dove puoi parcheggiare un mezzo così grande. 9 anni fa, poi, non avevamo le applicazioni in nostro aiuto e tutto era più complicato. Ora con il cellulare è un attimo trovare aree sosta, campeggi e luoghi interessanti da vedere.

Questa volta avevamo a disposizione più giorni per via di un ponte quindi abbiamo deciso di partire per il Veneto. Da un po’ volevo visitare alcuni posti che mi avevano incuriosito e finalmente è arrivata l’occasione giusta. Come prima tappa abbiamo scelto

⭕️ Vicenza

La città Palladiana, così è denominata Vicenza, per via dell’architetto Andrea Palladio che progettò e fece costruire la maggior parte degli edifici presenti. Il suo centro storico è interamente e a buona ragione, patrimonio Unesco. Noi abbiamo scelto di acquistare la Vicenza-card: un biglietto cumulativo per accedere a musei, chiese e teatri, che in formato famiglia costa solo 18 €, dura 7 giorni e si può comperare all’ufficio informazioni. Tra tutti gli edifici del centro storico, mi ha molto colpito il Teatro Olimpico che è il teatro al chiuso più antico al mondo.

Entrate e sedetevi sulle gradinate per scoprire il gioco di prospettive del palcoscenico. Vi sorprenderà

Un altro teatro simile e di grande impatto lo potete trovare a Sabbioneta (MN) progettato dallo stesso Palladio.

Passeggiando per il centro con la cartina vi troverete in una grande piazza dove spicca la Basilica Palladiana.

Non fatevi confondere dal nome: non è una chiesa, bensì l’antico Palazzo della ragione sede delle magistrature pubbliche della città. Sotto i portici del piano terra potrete ammirare antichi negozi di oreficeria, mentre salendo al primo piano vi affascinerà un panorama della città dalla Loggia.

Se vi piacciono i musei, con la Vicenza card avete accesso al museo di Palazzo Chiericati che espone opere Del ‘500 di Tiepolo, Montagna, Veronese e Buonconsiglio, oltre alla bellezza del palazzo stesso.

Molti altri sono i luoghi interessanti da visitare, molte chiese e basiliche, ma non voglio tediarvi con i racconti. Vi dico invece dove abbiamo scelto di sostare:

📍 Agriturismo Villa Corona strada di Bertesina 53, Vicenza. N 45.557799 E 11.573566 attrezzato con camper service ed elettricità. Dista 2,5 km dal centro, comodo arrivarci in bicicletta. La sosta è gratis se si consuma un pasto nel loro ristorante. Inutile dire che abbiamo mangiato benissimo. È possibile anche acquistare prodotti dell’orto coltivati dai proprietari. Cliccate Qui per maggiori informazioni.

Lasciata Vicenza ci dirigiamo verso la seconda tappa:

⭕️ Cittadella

Il suo centro storico è circondato da una cinta muraria datata 1220 d.C. interamente percorribile e che vi farà vedere il centro storico da diverse angolature. In passato, una piccola parte delle mura è crollata ed è stata poi ripristinata.

Quattro sono le porte che interrompono le mura e sono rivolte verso le quattro città vicine: Porta Vicentina, porta Bassanese, porta Padovana e porta Trevisana.

Quando visito un luogo così antico mi immedesimo e provo ad immaginare le persone dell’epoca, i loro abiti, penso a come vivevano, cosa facevano per vivere e in cittadine ben conservate come questa mi riesce ancora meglio.

📍 Parcheggio via Montenegro 10, Cittadella. N 45.650299 E 11.7881 senza servizi ma molto comodo per la vicinanza al centro.

📍 Area sosta Camper via Cristoforo Colombo 1, Cittadella. N 45.643628 E 11.774277 attrezzata con camper service ed elettricità.

La terza tappa del nostro viaggio è stata la bella

⭕️ Bassano del Grappa

Situata ai piedi delle prealpi venete, Bassano è attraversata dal fiume Brenta che nasce da emissario dei laghi di Levico e Caldonazzo, attraversa la Valsugana e passa sotto al Ponte Vecchio, progettato anch’esso da Andrea Palladio.

Nel corso dei secoli fu distrutto e ricostruito varie volte, ma sempre mantenendo il disegno iniziale palladiano.

È chiamato anche Ponte degli Alpini in onore dei soldati, per lo più alpini, che, durante la prima guerra mondiale, lo attraversarono per salire sull’altopiano dei sette comuni, trovando poi la morte.

Nelle serate estive, troverete moltissime persone a ridosso di questo ponte, ma non perchè stanno osservando il fiume: stanno bevendo i liquori tipici della Distilleria Nardini.

Dal 1779, anno della fondazione da parte di Bortolo Nardini, la distilleria è stata la prima ad utilizzare il vapore ed oggi è la più antica e più grande d’Italia.

Il tipico aperitivo della città è il Mezzoemezzo Nardini: una miscela di Rosso Nardini e Rabarbaro Nardini. Molto buono devo dire!

Bassano è molto carina, passeggiando si arriva nella piazza principale, piazza Libertà, sempre piena di persone e di vita.

📍 Area sosta Camper via A. De Gasperi 8, Bassano del Grappa. N 45.758301 E 11.731 attrezzata con camper service, elettricità e bagni. Navetta a pagamento per il centro altrimenti raggiungibile con una breve pedalata.

Da Bassano del Grappa è possibile pedalare fino ai laghi di Levico e Caldonazzo sulla Ciclabile Del Brenta

Un percorso semplice che parte dal lago di Caldonazzo, costeggia il fiume Brenta in un luogo incontaminato e immerso nel verde, tra boschi, prati, campi e frutteti dove l’unico rumore che sentirete sarà quello dell’acqua e della natura.

Senza accorgervi passerete dal Trentino Alto Adige al Veneto pedalando tra strette gole e alberi di mele tra panorami colorati, il momento migliore è la primavera con le nuove fioriture.

Mappa

Per avere informazioni più dettagliate 👉🏻 Ciclabile

L’ultima tappa del nostro soggiorno in Veneto è stata

⭕️Marostica

Situata ai piedi dell’altopiano di Asiago, Marostica è denominata la città degli scacchi per la famosa partita che si tiene ogni due anni nel centro storico al quale si può accedere tramite quattro porte: Vicentina, Breganzina, Bassanese e la porta del castello superiore.

Di grande rilevanza storica troviamo il castello Inferiore e quello Superiore, costruiti nel XIV secolo ed uniti da mura merlate lunghe 1800 metri. Di fronte al castello Inferiore e alla piazza degli Scacchi, sorge il Doglione: conosciuto anche come Rocca di Mezzo, ora è sede della biblioteca civica.

Per raggiungere il castello superiore è presente un sentiero pedonale che vi può regalare una bella visuale sulla città.

La partita a scacchi con personaggi viventi viene messa in scena il secondo weekend di settembre degli anni pari: la prossima sarà nel 2020. Per info dettagliate

👉🏻 http://www.marosticascacchi.it/#1

📍 Area sosta comunale gratuita, attrezzata con camper service, molto vicina al centro storico, in comune con le auto, in via delle Rimembranze.

L’area sosta Camper

👉🏻 Area sosta Camper

Alla prossima avventura!

Family con vista

Veronica 🦋

Annunci

4 pensieri riguardo “Breve vacanza in Veneto tra borghi medievali, fiumi, città e ciclabili.”

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...