Camper al lago Italia Lombardia Viaggi Weekend

Il lago di Como in camper: dove sostare e cosa vedere

Il lago di Como: cosa vedere e dove sostare in camper. Guida alla sosta in camper sul lago di Como con informazioni turistiche anche a misura di bambino.

Se mi seguite da un po’ sapete quanto io ami i laghi e i loro panorami. Finora ho scritto le guide alla sosta in camper per il lago di Garda e per il lago d’Iseo, è giunto il momento di occuparmi delle soste camper sul lago di Como.

I contenuti di questo articolo

Il lago di Como: informazioni generali

Decantato dal Manzoni nei “Promessi Sposi” e scelto da ricchi e aristocratici di tutto il mondo come rifugio dal caos della città e dallo stress, il Lario è il lago più profondo d’Italia nonché il terzo per superficie e volume.
La sua forma particolare ricorda una Y rovesciata ma un detto popolare lo paragona ad un uomo con una gamba a Como, l’altra a Lecco, il naso a Domaso e il sedere a Bellagio.
Tutti e tre i bacini hanno caratteristiche morfologiche diverse, alternando dolci pendii arrotondati ed erbosi a pareti rocciose a picco sul lago. Per questo motivo non tutti i piccoli borghi sono raggiungibili con il camper, vediamoli quindi nel dettaglio:


Il lago di Como in camper: cosa vedere e dove sostare


🟠 Gera Lario

Situato all’estrema punta nord del lago, Gera Lario è un piccolo comune ai piedi del monte Montemezzo.
Vicino possiamo trovare la riserva naturale Pan di Spagna, una zona paludosa protetta nella quale furono rinvenute tracce di insediamenti romani.

Passeggiare per il centro vi porterà davanti alla chiesa di Nostra Signora di Fatima fatta costruire dopo la peste del 1630 oppure potrete arrivare al faro situato all’ingresso del porticciolo turistico in ricordo dell’alluvione del 1951 causata dall’esondazione del torrente San Vincenzo.

Credits Lake Como Tourism, Gera Lario

Dove sostare in camper a Gera Lario

📍 Parcheggio
via al pontile 13, Gera Lario
N 46.1685 E 9.3704
Di fronte al porto, senza servizi, a pagamento, offre parcheggi giornalieri.

📍Campeggio El Torre
Via Torre 1, Gera Lario
N 46.1711 E 9.3964
Situato sul fiume a poca distanza dal centro, con tutti i servizi.

🟠 Domaso

Uno dei luoghi più a portata di turismo all’aria aperta è proprio Domaso, con i suoi tanti campeggi e la ciclabile vicino al lungolago vi farà sembrare di essere al mare.
Anticamente è stato un paesino di pescatori che con il passare del tempo ha saputo riscoprirsi e aprirsi al turismo.

Credits: Domaso.it

Dove sostare in camper a Domaso

📍Camping Solarium
Via Case Sparse 236, Domaso
N 46.1538 E 9.3384
Direttamente sul lago e attrezzato con tutti i migliori servizi per campeggi.

📍Parcheggio
via Case Sparse 4, Domaso
N 46.1494 E 9.3312
piccolo parcheggio a 50 metri dal lago, a pagamento solo dalle 8 alle 20. Stalli per auto ma sosta camper tollerata.

🟠 Gravedona

Assieme a Sorico, Gravedona e Dongo formavano la Repubblica delle Tre Pievi tra il XII e il XVI secolo durante la dominazione spagnola. Sorico era l’antico confine tra il Cantone Grigioni e il ducato di Milano e fungeva da avamposto militare e crocevia di transiti commerciali verso il nord Europa. Gravedona sorge nella pianura alluvionale del torrente Liro ed è una fiorente località turistica per le molteplici possibilità di alloggio e campeggio.

Gravedona

Il più insigne monumento di Gravedona è la Chiesa di Santa Maria del Tiglio in origine battistero (sec.V), trasformato in chiesa romanica fra il 1150 e il 1175, rivestita di marmi bianchi e grigi, e dalle caratteristiche architettoniche in parte nordiche. I giardini si affacciano sul lago in posizione panoramica.

La parte nord occidentale del Lario è molto diversa da tutto il resto del lago, a tratti pianeggiante, offre una sponda molto ampia e lontana dal traffico, ideale per passeggiare e pedalare in tutta sicurezza anche con i bambini.
Lunga circa 10 km, la ciclopedonale offre un panorama impagabile sulle montagne che circondano il lago e in alcuni punti sono presenti panchine per potersi godere la vista sul monte Legnone.
Per leggere l’articolo completo cliccare QUI

Ciclabile Gravedona

Dove sostare in camper a Gravedona e Dongo

📍Camping Panorama 
via statale 200, Dongo
N 46.133578 E 9.290120
Affacciato direttamente sul lago e sulla ciclopedonale, offre piazzole con vista vicinissime alla spiaggia. Ha un bel parco giochi per bambini ed è immerso nel verde. Per maggiori informazioni ecco il sito ufficiale .

📍Parcheggio 
Via Statale 178, Dongo
N 46.1347 E 9.2885
Gratuito senza servizi. Parcheggio auto del centro sportivo, molto ampio senza divieti. a pochi passi dal lago. 

📍Parcheggio 
Via vigna del lago 36, Dongo
N 46.1295 E 9.2887
Gratuito, senza servizi. Parcheggio del lido di Dongo affacciato sul lago in posizione strategica. Pochi posti su sterrato.

🟠 Rezzonico

Uno dei borghi medievali meno conosciuti del lago di Como che si trova di fronte alla ben più famosa Varenna ed ha alle spalle le Alpi Svizzere che contribuiscono a rendere il panorama molto suggestivo.
Rezzonico è caratterizzato da viuzze in ciottoli che si inerpicano fino ad arrivare al castello, privato, da oltre un secolo di proprietà di una famiglia francese. Scendendo verso il lago si trova una spiaggia sassosa poco frequentata anche d’estate, un breve lungolago e un porticciolo dal quale si gode di una bella vista su Bellagio e il punto di incontro dei due rami del lago di Como.

Credits: Lake Como Tourism

Dove sostare in camper a Rezzonico

📍Parcheggio
Santa Maria Rezzonico
N 46.0717 E 9.2764
Senza servizi, a poca distanza dal paese e vicino alla strada trafficata. Misto con le auto.

🟠 Menaggio

Punto focale della sponda comasca del Lario, Menaggio è un borgo frizzante dalle molteplici attrattive.
Il cuore del centro è Piazza Garibaldi, affaccaiata sul lago, ospita manifestazioni e mercatini ed è rilassante passarci del tempo.
Di quello che un tempo fu il Castello di Menaggio rimangono solo le mura perimetrali che fanno intuire la sua grandezza.
Sulla via principale, via Calvi, troverete la Chiesa parrocchiale di Santo Stefano e tanti negozietti popolati da turisti e locals ad ogni ora del giorno.

Credits: in Lombardia

Molto interessante è anche la Villa Mylius Vigoni nella frazione Loveno, attualmente centro per l’eccellenza europea e luogo di incontro e confronto tra Italia e Germania. É visitabile da Marzo a Ottobre nei giorni di Martedì e Giovedì solo con visite guidate. Prenotarsi entro il Venerdì della settimana precedente a questo indirizzo mail: 📧 segreteria@villavigoni.eu ☎️ 0344 36111

Gli amanti della natura troveranno affascinante il Parco della Val Sanagra, appena sopra Menaggio tra il lario e il Ceresio, ricco di flora, fauna e antichi insediamenti rurali. Un’oasi ancora selvaggia tutta da scoprire partendo dal cimitero della frazione di Loveno dove troverete anche un parcheggio (piccolo solo per auto).

A Menaggio è presente anche un campo da golf con 18 buche, vari percorsi per mountain bike e trekking, noleggio barche e kayak ed anche un minigolf.
Raggiungere il lago di Lugano è possibile attraverso la ciclabile Porlezza Menaggio che trovate descritta QUI

Dove sostare in camper a Menaggio

📍Parcheggio
Via Lusardi, Menaggio
N 46.0249 E 9.2390
Senza servizi, molto frequentato quindi meglio arrivare in orari non centrali.Vicino al centro e alla spiaggia.

📍Camping Europa
Via dei Cipressi 9, Menaggio
N 46.0256 E 9.2390
Attrezzato con bagni ma un pò datati, avrebbe bisogno di un restauro. Accesso diretto alla spiaggia. Pizzole a terrazze. Chiamare per informazioni se si hanno mezzi grandi. Sito ufficiale QUI

🟠 Lenno

Dalla piccola insenatura denominata Golfo di Venere ha origine il borgo di Lenno, situato su un promontorio che si allunga nel lago sulla cui sommità domina la vista Villa del Balbianello.
Dimora settecentesca, acquistata da Cardinal Durini nel 1787, ora di proprietà del FAI, ospitò più volte il patriota Silvio Pellico nelle sue vicissitudini.
É possibile visitare gli interni con la guida oppure il giardino in autonomia ed è aperta in alcune date durante l’anno. É raggiungibile via lago con i taxiboat, oppure a piedi con un sentiero in salita lungo 1 km che parte da Lenno.
Per maggiori informazioni sulla villa cliccare QUI

Lenno golfo di Venere. Credits: my lake como

Il lungolago di Lenno si presta molto bene per una passeggiata, si parte dal dosso del Lavedo, si costeggia il golfo di Venere e si prosegue fino all’imbarcadero dove poi finisce il tratto asfaltato e durante la passeggiata si può vedere l’ottocentesca Villa Aureggi con il bel giardino affacciato sul Lario.
Interessante la Chiesa di Santo Stefano e il Battistero dell’XI secolo.

📍Camping La’ Vedo
via degli Artigiani
loc. Lenno, Tremezzina (CO)
N 45.969547 E 9.192914
Attrezzato con camper service, elettricità docce a gettone, ristorante pizzeria.
A pochi passi dal sentiero per la villa del Balbianello, a 200 metri dal lago e vicino al centro. Sito ufficiale QUI

🟠 Ossuccio, l’Isola Comacina e la Velarca

Quello che contraddistingue più di ogni altra cosa il piccolo borgo di Ossuccio è sicuramente il campanile della Chiesa Santa Maria Maddalena che con la sua guglia in stile gotico è il più fotografato del lago.

Ossuccio. Credits: lariusway

Ossuccio è affacciato sulla cosiddetta “Zoca de l’oli” cioè conca dell’olio perchè le acque qui sono particolarmente calme e ferme da sembrare “lisce come l’olio”, ma ha anche un’altra motivazione legata alla produzione di un ottimo olio d’oliva ottenuto dagli ulivi del paese.

L’Isola Comacina è l’unica isola del lago, per arrivarci ci si deve imbarcare a Ossuccio e acquistare un biglietto d’ingresso. Sull’isola sono presenti 3 ville storiche e tantissima vegetazione. Sono possibili visite guidate e per maggiori info cliccare QUI

La Velarca è una casa-barca voluta da due coniugi e progettata alla fine degli anni ’50 da un rinomato studio di architetti milanesi per renderla un luogo di cultura esclusivo e riservato ormeggiato a Ossuccio davanti all’isola.
Nel 2011 fu donata al FAI che iniziò un progetto di restauro della barca, non ancora concluso.
Credits: fondoambiente.

📍Parcheggio
Via Statale 27, Ossuccio
N 45.9681 E 9.1818
Abbastanza grande e gtranquillo, senza servizi. Stalli da auto ma adatti anche a camper medio-piccoli. A poca distanza dal lago con bella vista sull’isola Comacina.

🟠 Colonno e la Greenway del lago di Como

Parte proprio dal piccolo paesino di Colonno, adagiato sulle pendici del monte Costolone che arriva a picco sul lago, la passeggiata più famosa del lago: la Greenway: 10 km panoramici divisi in 7 tappe che attraversano piccoli borghi e segue a tratti l’antica via Regina, con il suo percorso che va da Colonno a Griante.
Per tutte le info sulla Greenway cliccare QUI

Colonno. Credits: larioonline

A Colonno non perdetevi la casa a ponte sul torrente Pessetta e il Palazzo Pretura con il portone in legno risalente al 500.

Dove sostare a Colonno per la Greenway del lago di Como

In questa zona del lago non sono presenti parcheggi adatti ai camper di medie/grandi dimensioni, si fatica a trovare posto in auto.
Potete arrivare con i mezzi pubblici oppure parcheggiare nel camping di Lenno descritto sopra. A Griante dove finisce la Greenway c’è un punto sosta per piccoli mezzi che trovate qui sotto.

📍Parcheggio
Via Regina, Griante
N 45.993461 E 9.238177
Parcheggio abbastanza grande per auto con accesso stretto adatto a furgoni.

🟠 Argegno e la funivia

Collegato al lago di Lugano dalla strada della valle d’Intelvi, Argegno è un paesino di origini romane molto frequentato dai turisti appassionati di escursioni all’aria aperta. Il piccolo borgo è attraversato dal torrente Telo che lo divide in due mentre ci pensa un antico ponte a sesto acuto a riunificare le due metà del paese.

Argegno Credits: lettings lake como

Il cuore di Argegno è piazza Roma con la Chiesa della SS. Trinità, la facciata neo-romanica e i colorati mosaici. Una strada interessante è Vicolo dei Mulini dove venne costruita la Roggia Molinara per canalizzare le acque del torrente creando energia.

Parte da Argegno la funivia che porta al belvedere di Pigra con vista pazzesca sul lago e dal quale partono molti sentieri escursionistici nelle montagne sopra il Lario.
Difficile parcheggiare il camper ad Argegno, i pochissimi posti che ci sono hanno lo spazio di un’auto. Meglio raggiungerla in pullman o in battello.

🟠 Cernobbio

Con l’elegante piazzetta che affaccia sul lago, Cernobbio merita sicuramente una sosta per le ville esclusive che si trovano nei dintorni ma non solo.

Cernobbio. Credits: vaghis

A Cernobbio lustratevi gli occhi con le ville lussuose che si affacciano sul lago come Villa d’Este, diventata un hotel di grande prestigio con la particolarità di avere una quercia di 500 anni nel giardino, Villa Erba nata come monastero ed ora utilizzata come centro congressi raffinato, dove soggiornò anche Luchino Visconti, ed ancora Villa Bernasconi ad uso espositivo e galleria d’arte in stile liberty.

Ma Cernobbio non è solo ville, è anche la Chiesa di San Vincenzo con l’altare barocco, il lungolago alberato per passeggiare e il sentiero panoramico che porta al monte Bisbino con vista mozzafiato. Per salire con meno dislivello si può arrivare alla frazione Rovenna, parcheggiare nei pressi del cimitero (in auto) e prendere la mulattiera all’inizio di via Segantini.

🟠 Visitare Como in camper

La città che da il nome al lago e ha dato i natali ad Alessandro Volta è una piacevole località che nelle giornate primaverili si anima di persone in cerca di svago e di belle vedute, ma per avere il panorama migliore consiglio di salire con la funicolare a Brunate, con una pendenza del 55% e la cabina all’aperto per godere al massimo del panorama: è una meraviglia per gli occhi!

Como. Credits: travel fanpage

Como è anche la città delle ville che tanto hanno reso famoso il lago, con i loro giardini fioriti curati nei minimi dettagli e lo stile inconfondibile degli edifici così lussuosi ed invidiabili.
La più famosa è Villa Olmo chiamata così per l’albero che la contraddistingueva ma che oggi non esiste più, ma sul lago ce ne sono moltissime altre come Villa Carlotta, Villa del Balbianello o Villa Oleandra per citarne alcune.

Lungolago di Como

Passeggiando per il centro entrate nel Duomo, lo riconoscerete per via dello stile gotico con facciata in marmo bianco e rosa, proprio di fianco potete vedere Palazzo Broletto, l’antico palazzo comunale eretto nel 1215 in questo preciso punto per simboleggiare la continuità del potere civile e quello della chiesa, oggi è sede per mostre e congressi.
Per valorizzare l’inventore Alessandro Volta, nel 1927, è stato inaugurato il Tempio Voltiano con le due statue all’ingresso che simboleggiano la fede e la scienza. All’interno sono esposti gli strumenti e le apparecchiature utilizzate da Volta nei suoi esperimenti, mentre al primo piano ci sono le pubblicazioni e i riconoscimenti che lo riguardano.

Passeggiando per il centro noterete le testimonianze medievali che sono arrivate fino a noi nei resti delle fortificazioni difensive che caratterizzavano la città in quel periodo storico: Porta Torre che permetteva l’accesso e le mura che racchiudevano il tutto.

Dove sostare in camper a Como

📍Area Camper
Via Brennero, Como
N 45.83517 E 9.06106
Attrezzata con camper service ed elettricità.
Automatizzata e distante dal centro 5 km in discesa.

Area Camper Como

📍Parcheggio
Viale Aldo Moro, Como
N 45.80270 E 9.09134
A pochi minuti dal centro, attrezzato con camper service e 3 punti con elettricità.
Situata all’interno di un parcheggio auto illuminato.

🟠 Nesso e il suo Orrido

Diviso in due da un profondo canyon, il piccolo borgo di Nesso sembra schiacciato verso la montagna a picco sul lago e vederlo dall’acqua è qualcosa di strepitoso.

Nesso. Credits: siviaggia

Quello che lo rende turistico e famoso è l’orrido, uno dei più suggestivi in Italia per la profondità della gola che spacca in due la montagna e per la cascata che si riversa al centro con tutta la sua irruenza, formata dall’unione dei torrenti Tud e Nosé.
Si narra che anche Leonardo da Vinci descrisse questo luogo nel suo Codice Atlantico definendolo incredibile.
Puoi vedere l’orrido dall’alto, nella frazione Coatesa e poi scendere verso il lago per ammirarlo dal Ponte della Civera, utilizzando la scalinata di 270 gradini di fianco alle colorate abitazioni del borgo.

Dove sostare a Nesso in camper

Anche il piccolo borgo di Nesso non ha punti sosta camper, meglio arrivarci con il pullman di linea (C 32 oppure C 30) oppure in battello.
Trovate le info per il pullman QUI

🟠 Bellagio

Nel punto esatto dove il lago si divide nei due rami sorge Bellagio, antico borgo fortificato per la cui difesa venne costruita una torre medievale ancora oggi presente nel borgo.
Le numerose ville rendono Bellagio un luogo di villeggiatura signorile ed esclusivo frequentato, in passato, da personaggi di spicco della nobiltà mentre ai giorni nostri da attori famosi provenienti da tutto il mondo. Molte di queste ville appartengono a ricchi privati e non sono visitabili. La più famosa è Villa Serbelloni di propietà della fondazione Rockefeller di New York, costruita nel XV secolo sui resti di un antico castello ed è sede di convegni internazionali. Si può visitare solo l’immenso parco che conta 18 km di viali e vialetti immersi in alcuni punti nel fitto bosco, con terrazzamenti panoramici e statue a fare da cornice.

Bellagio Credits: villago

L’altra famosa dimora visitabile è Villa Melzi d’Eril, con il suo giardino, il laghetto delle ninfee, particolarmente suggestivo in autunno e la serra degli aranci. É possibile visitare solo la parte esterna unica nel suo genere per essere in posizione esclusiva a bordo lago e per la sua eleganza.

La via più fotografata di Bellagio è l’antica Salita Serbelloni con i negozietti affacciati sulla gradinata di ciottoli abbellita da vasi di fiori.

Da Bellagio partono diversi tour in battello che portano alla scoperta dei borghi del lago vedendoli in tutto il loro splendore. Per i più sportivi è possibile fare anche delle escursioni in kayak con guida anche per principianti.
Se volete godere della vista più bella sui due rami del lago dovete arrivare a Punta Spartivento, un pontile che si protende nel lago.

Dove sostare a Bellagio in camper

Bellagio non offre parcheggi adatti e arrivarci in camper è altamente sconsigliato per la strada stretta con rocce sporgenti.
Molto meglio utilizzare i battelli ed avrete anche una vista meravigliosa dal lago.

🟠 Visitare Lecco in camper

Resa famosa dal Manzoni che vi ambientò i Promessi Sposi, Lecco è una cittadina che ha un passato legato all’industria del ferro ma che vanta una posizione panoramica sul lago dove acqua e roccia regalano scorci straordinari. Il nome Lecco deriva dal celtico Lech o Loch che significano lago e che fu poi trasformato da Giulio Cesare in Leucum.

Lecco. Credits: Lobardia Facile

Interessante la Basilica di San Nicolò con il campanile che è simbolo della città ed è alto 96 metri come il Big Ben di Londra; Il Ponte Azzone Visconti chiamato dai lecchesi “ponte vecchio” per via dei suoi 700 anni, voluto proprio dal duca di Milano Visconti nel punto in cui il “lago cessa e l’Adda ricomincia“.
Il Santuario Nostra Signora della Vittoria che custodisce i militi caduti della grande guerra nella cripta, Villa Manzoni e il museo manzoniano dedicato allo scrittore con il nuovo percorso di visita inaugurato nel 2019 e il Palazzo delle Paure con l’Osservatorio Alpinistico Lecchese nella centralissima piazza XX Settembre che racconta le grandi imprese dei Ragni di Lecco: uno dei più prestigiosi gruppi alpinistici con una storia di 70 anni alle spalle.

Poco distante da Ponte Vecchio fermatevi ad ammirare l’abitato di Pescarenico raccontato dal Manzoni e davvero pittoresco soprattutto se lo osservate dall’altra sponda del fiume con le montagne sullo sfondo.

Se amate pedalare come noi vi segnalo la ciclopedonale ad anello da Lecco a Olginate e Calolziocorte lungo il fiume Adda, con aree sosta per pic-nic e parchi giochi per bambini. Ha una lunghezza di 20 km ed è facile per tutta la famiglia. Info QUI

Dove sostare in camper a Lecco

📍Area Camper Lecco
Via Don Giovanni Ticozzi, Lecco
N 45.83101 E 9.40786
Attrezzata con camper service, sosta massima 72h, situata in una zona un pò rumorosa, a 3 km dal centro con ciclabile.

🟠 Mandello del Lario

Piccolo borgo che si sviluppa sulla pianura alluvionale del torrente Meria, Mandello ha un passato fitto di eventi che lo riconducono ai Celti, a Federico Barbarossa e via fino al Ducato di Milano.
Paesino colorato schiacciato tra il lago e i pendii di roccia delle Grigne, Mandello è anche famoso per la Moto Guzzi e in centro possiamo visitare il museo omonimo con una collezione di oltre 150 pezzi tra moto, prototipi e pezzi unici come la prima motocicletta costruita da Carlo Guzzi nel 1919.

Mandello del lario. Credits: visit Mandello


Di interessante troviamo la Chiesa di San Giorgio costruita su un piano che sovrasta il Sasso San Giorgio e si erge in posizione panoramico sul lago, la Torre del Barbarossa al centro del borgo di Maggiana utilizzata dall’imperatore per osservare le battaglie navali fra i milanesi e i comaschi durante il suo soggiorno a Mandello.
Qui ha sede anche la Lega Navale Italiana che ogni estate propone corsi di vela per adulti, ragazzi e bambini.
Affacciato sul lago si trova un parco giochi per bambini molto attrezzato e dei più belli visti finora al lago.

📍Area Camper
Via Giulio Cesare, Mandello
N 45.91830 E 9.31541
Attrezzata con camper service, illuminata, massimo 72h, a poca distanza dal centro.

🟠 Lierna, la sua spiaggia e il sentiero del Viandante

Situata vicino a Varenna nel ramo lecchese del lago, Lierna è molto frequentata in estate per la sua spiaggia ma ha anche un passato medievale visibile dal castello e la sua corte in splendida posizione sul lago, probabilmente del 1117.
Dello stesso comune fanno parte 11 frazioni di cui alcune situate in collina con le loro case addossate le une alle altre e i vicoli stretti.

Spiaggia di Lierna, lago di Como

Quello che invece salta subito all’occhio sono le splendide ville dei primi del ‘900 in stile liberty immerse nel verde di parchi e fiori.

Lierna fa parte del Sentiero del Viandante che parte da Abbadia Lariana e termina a Morbegno in Valtellina. E’ suddiviso in 6 tappe ed in tutto sono 68 km di puro stupore per la vista pazzesca che regala sul lago.
Per maggiori informazioni cliccate qui: VIANDANTE

Dove sostare a Lierna in camper

📍Parcheggio
N 45.967414 E 9.304925
Senza servizi, pochi posti a pagamento tramite grattino da acquistare nel bar della spiaggia prima di salire.

🟠 Varenna

Uno dei più pittoreschi e famosi borghi del Lario è proprio Varenna, nato come villaggio di pescatori e passato alla storia per aver accolto gli abitanti che fuggivano dall’Isola Comacina durante la dominazione dei comaschi.

Ogni anno si celebra l’esodo degli isolani e l’accoglienza dei varennesi nel weekend in cui cade il 24 Giugno, festa di San Giovanni, illuminando il lago con migliaia di lumaghitt: lumini galleggianti che simboleggiano le anime che navigarono da una sponda all’altra fuggendo dalla devastazione.

Per avere la vista migliore di Varenna consiglio di prendere il traghetto/battello ed arrivarci via lago: vi sorprenderà per la bellissima vista.

Varenna Credits: varennaturismo

Affacciate sulla piazza centrale troviamo uno splendido esmpio di architettura medievale lombarda: la Chiesa di San Giorgio del XIII secolo e la Chiesa di San Giovanni Battista del XI secolo con all’interno interessanti affreschi dell’epoca. La vera perla della città è Villa Monastero che, come dice il nome, anticamente fu un convento di monache, oggi casa museo che racchiude 400 anni di storia e i suoi giardini botanici curati nei minimi dettagli.
Quella che invece richiama più turismo in assoluto è la Passeggiata degli Innamorati: una passerella fissata nella roccia con piante rampicanti che pendono dalla struttura in ferro e porta fino all’imbarcadero. Sul promontorio che sovrasta Varenna è possibile ammirare anche il Castello di Vezio, utilizzato per scopi militari ora visitabile fin sulla sommità e centro di cura e addestramento rapaci e falconeria. Inutile dire che il panorama da lassù e straordinario.

Dove sostare in camper a Varenna

Varenna non ha punti sosta per camper, (si fatica a parcheggiare persino in auto), meglio arrivarci in battello da Menaggio che è di fronte sull’altra sponda del lago, oppure da altre località del lago.
Per info sulle tratte della navigazione lago di Como cliccare QUI

🟠 Bellano

Quando si nomina Bellano si pensa subito all’Orrido, ma in passato questa ridente cittadina lacustre era un grande centro industriale specializzato nella lavorazione dei tessuti.
Ma Bellano è famosa anche per aver dato i natali ai Vitali (scusate il gioco di parole): Andrea Vitali scrittore, Giancarlo Vitali pittore e Velasco Vitali pittore e scultore.

Bellano, lago di Como


Camminare tra le viuzze del centro vi riporterà al medioevo osservando le case, gli archi, le chiese e i cortili, mentre se vi affaccerete verso il lago potrete trovare un attrezzatissimo lido con piscina, solarium e ristorante che rende Bellano una meta molto gettonata in estate.

L’Orrido di Bellano

Il torrente Pioverna con la sua irruenza e lo scroscio delle sue acque ha creato una gola naturale ricca di anfratti bui che ha dato vita all’Orrido di Bellano. Una passerella sospesa in legno e in ferro vi porterà alla scoperta di questo suggestivo canyon naturale, ma non abbiate fretta: il percorso è breve, anche facendolo con calma non ci si mette più di una mezz’oretta, ma è davvero suggestivo.

Orrido di Bellano, Lago di Como

Fino al 1994 è stato di proprietà privata della famiglia Denti e all’ingresso potete vedere lo stemma in marmo, poi è diventato patrimonio del comune.

Orrido di Bellano, lago di Como

Per la visita non è necessaria la prenotazione
costa 5€ per gli adulti, 3€ dai 6 ai 12 anni, fino a 5 anni e residenti gratis.

Dove sostare in camper a Bellano

📍Parcheggio
Via Taceno 13-14
Bellano
N 46.0413 E 9.3034
Parcheggio della stazione FS con stalli da auto ma abbastanza grande e l’unico accessibile ai camper. Non sono presenti divieti ma potrebbe essere complicato parcheggiare i mezzi grandi.

🟠 Corenno Plinio

Soprannominato “Borgo dei mille gradini”, Corenno Plinio è un paesino medievale molto interessante e particolare per la presenza di vicoletti in salita e scalinate intagliate nella roccia che vi porteranno indietro nel tempo fino al Medioevo.

Corenno Plinio. Credits: Lombardia beni culturali

Poco meno di 20 abitanti e pochissimi negozi e attività aperte, ma tanta storia racchiusa nelle merlature del castello medievale in cima alla salita, nella facciata a capanna della Chiesa di San Tommaso da Canterbury schiacciata tra le mura del castello e tra le barche ancorate nel vecchio molo che chissà quante avventure avrebbero da raccontare.

Molto interessante e divertente per i bambini è il Belvedere di Corenno Plinio: una piazza con una balaustra in ferro che racchiude dei canocchiali, come piccoli mirini, indirizzati su alcuni punti interessanti da vedere corredati da spiegazione.
Credits: lakeaddicted

Se siete in zona nel mese di Agosto potrete partecipare alla rievocazione storica “Medievale a Corenno Plinio” dove tornerete davvero indietro nel tempo con musici, tornei di spade e l’arrivo in barca di Federico Barbarossa in visita al conte Andreani.
Inutile specificare che in camper non si può raggiungere, dovrete arrivarci con i mezzi pubblici o dal lago.

Nella vicina Dervio è possibile fare un’escursione in montagna sul monte Legnoncino, abbinandola ad un bagno al lago con i bambini e per scoprirla vi rimando al sito di duepertrefacinque.

🟠 Colico

Laddove il fiume Adda diventa Lario sorge Colico, cittadina sferzata dai venti che animano il lago rendendo possibile gli sport acquatici su vela, come ad esempio il kitesurf, per la gioia degli sportivi.
Colico ha anche un bel lungolago per passeggiare ed un grande prato affacciato sul lago dove prendere il sole o fare un pic-nic nella bella stagione.

Colico Credits: eccolecco

Punto di comunicazione tra la Valtellina e la provincia di Lecco, Colico è sempre stato un punto perfetto per il controllo del territorio, per questo è una zona dove si possono trovare fortificazioni risalenti agli anni della guerra ed è stata teatro di dominazioni.
Colico fungeva da via di comunicazione tra i Grigioni, che si estendevano fino a qui, il lago e Milano, vediamo quindi due forti interessanti da poter visitare:
🔸 Il Forte Montecchio Nord datato 1914 rappresentava la più tecnologica costruzione italiana del periodo della guerra
🔸 Il Forte di Fuentes situato nella zona del Pian di Spagna, costruito nel 1600 a scopo di difesa del territorio

La Riserva del Pian di Spagna ha questo nome per via degli accampamenti spagnoli che furono presenti durante le battaglie del XVI secolo, ora è una zona paludosa di nidificazione di varie specie di uccelli e paradiso per gli amanti della fotografia naturalistica e del birdwatching.
All’interno della riserva è possibile passeggiare lungo vari tipi di itinerari adatti alla famiglia, è aperta tutto l’anno ma sono sconsigliate le giornate molto calde estive. Alcuni di questi itinerari sono percorribili solo con la guida quindi vi lascio il link del sito ufficiale QUI

Poco più a sud si trovano Olgiasca e la baia di Piona, utilizzata per le immersioni subaquee, ha un’acqua meravigliosa color smeraldo sulla quale si affaccia il promontorio e l’Abbazia di Piona, luogo dove trovare la pace interiore nel silenzio del monastero dove ancora oggi i monaci coltivano erbe officinali curative e creano liquori. É possibile visitare l’Abbazia, partecipare alle S.Messe oppure acquistare i prodotti dei monaci cistercensi. Per maggiori info cliccate QUI

Abbazia di Piona. Credits: Histouring

Dove sostare in camper a Colico

📍Area Camper l’Ontano
Via Montecchio nord 27
Colico
N 46.14144 E 9.37496
Attrezzata con camper service, elettricità, Bagni e docce calde, animali ammessi. Direttamente affacciata sul lago e gestita dal ristorante di fianco.
Per prenotare ed avere maggiori informazioni cliccare QUI

Il lago di Como per certi versi è come la Liguria: schiacchiato tra montagne e acqua quindi con poco spazio per i nostri grandi mezzi ricreazionali.
Per visitare alcuni piccoli paesini è meglio utilizzare i mezzi pubblici oppure la navigazione lago di Como.
Trovate le info sui biglietti e gli orari qui
▪️Servisio bus lago di Como
▪️Navigazione lago di Como

Alla prossima guida
Veronica 🦋


3 commenti su “Il lago di Como in camper: dove sostare e cosa vedere

  1. Buoni i tuoi suggerimenti per il lago di como e lecco, ma avresti potuto citare anche la Valsassina con le sue prealpi la grigna ed i suoi famosi formaggi.
    Non ci sono grandi aree di sosta ma per chi ama la libera c è tutta l area chiamata prato buscante senza servizi ma per una notte puoi sostare, e godere dell ottimo panorama,da lì parte la ciclabile e alcune aziende di formaggi e latte sono proprio li vicino

    Piace a 1 persona

  2. Wow! Beautiful photos with excellent descriptions. Well shared! Thank you 💗💗

    Piace a 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: